Villa Comunale 'Schwerte': il parco "smart" di Cava de' Tirreni

L'azienda Maniola Smart Sensing, con la collaborazione di Ng Elettronica, Citelum, Sedab Impianti, Alfa Bit Omega e con il patrocinio del Comune di Cava de' Tirreni, lancia il progetto Cava Smart City.

Il progetto consiste nell'uso di reti di sensori senza fili per una gestione più efficiente della città. La rete è in grado di acquisire dati e agire in tempo reale, per queste caratteristiche può essere utilizzata per monitorare l'inquinamento ambientale, per ottimizzare l'utilizzo delle risorse e rendere più efficiente l'illuminazione pubblica o la rete idrica, per realizzare una gestione intelligente del traffico veicolare e dei parcheggi.

La prima fase di questo progetto sperimentale, identificato come CSS (Cava Smart Sensing), riguarda il controllo dell'illuminazione pubblica.

Nella Villa Comunale 'Schwerte' di Cava de' Tirreni, intorno alla fontana centrale, sono state installate otto nuove lampade equipaggiate con il sistema Maniola Lightmote®.

Lightmote è un sistema software e hardware in grado di controllare e monitorare in tempo reale un impianto d'illuminazione sulla base di eventi o di un programma prestabilito. Gli obiettivi del progetto CSS possono essere riassunti in:

  • Modulare automaticamente la luminosità del singolo punto luce secondo un preciso profilo di risparmio o in base alla presenza di persone nelle prossimità
  • Monitorare l'uso, il funzionamento e l'efficienza delle lampade per consentire una manutenzione predittiva
  • Ridurre l'inquinamento luminoso
  • Ottenere un risparmio energetico di oltre il 60% rispetto ad un sistema convenzionale

Partner del Progetto

Citelum
Alfacom
Ennegi
Sedab Impianti
Comune di Cava de' Tirreni

Maniola Lightmote

L'hardware principale è la scheda Lightmote progettata da Maniola, montata nel corpo della lampada, rende il lampione un dispositivo in grado di rilevare il proprio stato di funzionamento e di comunicarlo via radio, di regolare la propria luminosità automaticamente in presenza di persone nelle sue vicinanze, oppure secondo i comandi ricevuti via radio.

L'altro componente hardware è la Centralina Maniola con la quale ogni lampione comunica trasmettendo i propri dati di funzionamento e ricevendo i comandi di regolazione. La centralina è il ponte di comunicazione con il server remoto sul quale gira il software di gestione dell'impianto.

Il software Maniola Lightmote gestisce l'anagrafica dell'impianto, la pianificazione delle manutenzioni, archivia e analizza i dati, gestisce la configurazione e l'applicazione dei profili di risparmio energetico.

L'interfaccia presenta i lampioni su una mappa con icone di diverso colore che rivelano lo stato di funzionamento: blu, nessun problema; giallo, accensioni fuori orario o non conformi alle impostazioni di regolazione; rosso, malfunzionamento della lampada o mancata ricezione dei dati.

Sono mostrati i consumi e le ore di funzionamento giornaliere, mensili e totali dell'intero impianto. La percentuale di energia risparmiata è relativa alle lampade originarie di 100W che sono state sostituite. La riduzione delle emissioni di CO2 è calcolata secondo il fattore 352,4 g/kWh (fonte ENEA su dati di GSE e ISPRA). Il risparmio energetico dovuto all'applicazione dei profili di regolazione è evidenziato dalla banda più chiara nei grafici dei consumi.

 %
Energia Risparmiata
 g
Riduzione Emissioni CO2
0 kwh
Consumi totali
0 h
Ore Totali
 

Dati non disponibili

Consumi giornalieri kwh

Dati non disponibili

Consumi mensili kwh

Dati non disponibili

Ore funzionamento giornaliere

Dati non disponibili

Ore funzionamento mensili

Risparmio in bolletta

 
Risparmio complessivo in gg
Risparmio dovuto alla regolazione della potenza in gg

La riduzione dei consumi energetici, ottenuta senza incidere sull'efficienza luminosa dell'impianto, è determinata da due fattori:

  • la diminuzione della potenza installata per la sostituzione delle otto lampade originarie di 100 W con lampade a LED di 59 W;
  • l'applicazione dei profili di risparmio che regolano automaticamente la potenza di ciascuna lampada, secondo l'orario e la presenza di persone.

Nella tabella sono riportati i consumi delle otto lampade installate rapportati a quelle originarie che sono state sostituite:

Potenza totale installata Periodo di riferimento Costo energia
Lampade sostituite 800 W gg (/g)
Lampade LED Maniola 472 W gg (/g)
Risparmio in bolletta

Il risparmio complessivo di (/lamp) nel periodo di giorni è il risultato del risparmio dovuto alla potenza installata pari a (/lamp) e di quello dovuto alla regolazione della potenza pari a (/lamp).

Simulazione

Di seguito è possibile valutare il risparmio annuo introdotto dal sistema Maniola Lightmote applicato ai lampioni della vostra città, inserendone il numero e la potenza:

Risparmio ottenibile sulla base dei dati estrapolati dal sistema attualmente installato: /anno

Il calcolo è basato sul costo unitario per il vettore energia di eurocent/KWh

Lightmote Demo

Sono presentate alcune funzioni con lo scopo di mostrare le capacità del sistema Maniola Lightmote di regolare il singolo punto luce o di coordinare gruppi di lampioni. Recandosi nella villa in prossimità della fontana centrale, si può interagire con l'impianto d'illuminazione attivando alcuni effetti. Selezionare l'effetto e cliccare sul nome per attivarlo, oppure col riconoscimento vocale, pronunciare "attiva" o il nome dell'effetto.

L'impianto in questo momento è spento, sarà riacceso

Non si è in prossimità dell'impianto. Spiacente, gli effetti non sono abilitati.

Posizione non rilevabile. Spiacente, gli effetti non sono abilitati.